RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


  1. Gallerie
  2. »
  3. Fotogiornalismo / Street
  4. » Moltitudini a 2 e 4 gambe!

 
Moltitudini a 2 e 4 gambe!...

Animali intorno a noi.

Vedi galleria (6 foto)



Che cosa ne pensi di questa foto?


Hai domande e curiosità su questa immagine? Vuoi chiedere qualcosa all'autore, dargli suggerimenti per migliorare, oppure complimentarti per una foto che ti ha colpito particolarmente?


Puoi farlo iscrivendoti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 196000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarsupporter
inviato il 21 Febbraio 2020 ore 20:47

Bello scatto! Complimenti Antonio

avatarjunior
inviato il 27 Febbraio 2020 ore 11:10

Allora eccoci giunti alla proclamazione dei vincitori (rullo di tamburi)

Anzitutto complimenti a tutti per la partecipazione e per le foto proposte. Sono in molte quelle che mi hanno colpito e perciò ritengo di dover fare alcune menzioni prima della classifica finale, iniziamo dunque...

Arci - The waiting. E' una foto che ricordavo aver visto sin dai primi tempi in cui ero iscritto al forum (oramai circa due anni passati) e che mi aveva subito colpito. Si percepisce la seccatura, il fastidio della gente per la metro chiusa ed anche la composizione da l'idea di un imbuto chiuso. Veramente bella. Menzione speciale reportage di Classe!

Brièxit - Pawns. Una piazza vastissima con una serie di persone messe lì come pedoni su di una scacchiera. Si percepisce più il vuoto, la piccolezza più che i grandi numeri, il molto e la pienezza. Però la foto mi piace. Menzione speciale sei andato fuori tema!

Grx55 - Al mercato di San Teodoro. Anche qui siamo relativamente nei grandi numeri, eppure la foto mi ha colpito immediatamente per i suoi colori, per la composizione con il mercante in secondo piano sfuocato e per l'atmosfera di freschezza e solarità da mercato ortofrutticolo. Menzione speciale Colore!

Ash Settantuno - Concerti tranquilli. Lo ammetto, è una foto che mi ha scaldato il cuore. Mi ricorda di quando più giovane andavo ai concerti punk hardcore all'arena parco nord di Bologna e insieme agli amici passavamo pomeriggi interi a tirare su gente e farci tirare sù a nostra volta sulle teste dei presenti al concerto. Libertà, sudore ed anarchia. Menzione speciale pezz'e core!

Stefanoghirardo - Copenhagen. Un grande classico del nord europa. Montagne di biciclette a perdita d'occhio con una signora immersa nei bicicli. Gran bel bianco e nero e mi piace soprattutto il taglio quadrato. Menzione speciale mobilità!

Paolo Casciani - Londra 1983 - anteprima film Ghandi. Un gioco di prestigio, una moltitudine creata ad arte tra un manifesto e la coda all'anteprima di un film, che dire? Intuizione geniale! Menzione speciale Houdini!

Dopo le menzioni speciali siamo giunti al momento della proclamazione del podio (arirullo di tambutri)

Terzo posto
A pari merito Vincenzo de Paola con i suoi girasoli e Serpico 89 con i suoi cormorani. Entrambe le foto documentano i grandi numeri e la straordinaria forza riproduttiva della natura. La foto di Vincenzo è una vera e propria texture di girasoli resa straordinariamente (è invero una foto che credo viene quasi naturale scattare ogni volta che ci si trova di fronte a simili distese, ma la tua è fatta davvero molto bene e fa risaltare in pieno la moltitudine). Audace inoltre la scelta del bianco e nero per una foto che magari potrebbe portare al mantenimento del colore.
La foto di Serpico89 è invece forse quella più impressionante dal punto di vista del numero: una montagna (nel vero senso del termine) di cormorani! Mi sono piaciuti molto anche i toni e i colori desaturati!

Secondo posto
Daniele52 - Moltitudini a 2 e 4 gambe! Un gregge di pecore, un pastore sfuocato in primo piano con il fido cane, una coppia d'asini, un'ambulanza ed una folla gremita a circondare il tutto in quello che sembra un paesino del nord italia. Che dire, un magnifico caos che a mio avviso merita il secondo posto e che si presta anche ad una lettura maliziosa di parallelismo tra pecora e uomo ed il bisogno di trovare un proprio pastore. Bella, intelligente e divertente!

Primo posto
Italo Polce - La scuola. La foto di per sè non rappresenta una grande moltitudine. Rappresenta una scuola. Rappresenta una scuola in India. Compreso ciò sono subito evidenti i richiami alle moltitudini enormi che tale foto contiene in sè: la moltitudine di un paese di più di un miliardo di persone, la moltitudine di una umanità intera che, chi più o chi meno, è passata tutta per le aule scolastiche. Il bianco e nero è sensazionale con questa grana di pellicola che conferisce all'immagine la consistenza di una testimonianza dalla storia. Molto bello anche il raggio di sole che illumina lo spazio vuoto tra i banchi, quasi a significare che è lì nel mezzo, dove si trova il confronto, che sta l'apprendimento e la luce.

Vi saluto e vi abbraccio tutti e complimenti ancora a tutti i partecipanti

Giovanni Teti - Jura 60 Contest: Moltitudini
Segnala post | Blocca Utente


06 Agosto 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)

Alcuni commenti possono essere stati tradotti automaticamente con Microsoft Translator.  Microsoft Translator



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me