RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo



Antonio Aleo
www.juzaphoto.com/p/AntonioAleo



avatarSony a7r3 e paesaggi/natura: considerazioni dopo circa 2 anni di utilizzo
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 22 Giugno 2020, 15:29


Ciao ragazzi, spesso e volentieri ricevo messaggi privati su consigli e considerazioni del mondo Sony per un utilizzo fotografico paesaggistico, apro quindi questa discussione per dare le mie considerazioni sull'utilizzo della Sony A7R3 in ambito fotografia di paesaggio e natura. Faccio una premessa, al giorno d'oggi tutte le aziende hanno raggiunto una qualità elevata dei propri prodotti, tutte permettono di immortalare immagini in ogni occasione ed in tutte le situazioni. Chi non è in grado di fotografare con i mezzi di oggi deve principalmente dare colpa alle proprie capacità tecniche. Esistono però delle esigenze personali, che specialmente in ambito lavorativo, possono aiutare il fotografo a portare a casa un miglior e maggior risultato.

Chi mi segue qui su juza ed ha avuto modo di conocere il mio lavoro fotografico è a conoscenza del mio passaggio, avvenuto circa 2 anni fa, da altro brand a Sony. Il perché del mio passaggio è l'assenza di un corpo macchina del mio vecchio brand che soddisfasse le mie esigenze (specialmente in procinto di alcuni progetti fotografici) : alta densità di pixel, buona gamma dinamica a tutti gli iso, assenza filtro lowpass, sensore stabilizzato. Nel 2018 (ma anche oggi 22/06/2020) quel brand sfornava esclusivamente un solo prodotto che si avvicinava alle mie esigenze, ma non le soddisfava pienamente, così ho deciso di provare (dopo tanti anni) un nuovo marchio fotografico.
Ovviamente non si cambia brand esclusivamente per il corpo macchina, ma con ottiche di qualità ed un parco lenti in espansione, ho fatto un passaggio graduale verso Sony.

Il mio approccio fotografico non prevede ''grand landscape'', ma naviga nei meandri dell' intimate landscape, quindi sono in costante ricerca di dettagli del paesaggio piuttosto che una grande vista che racchiuda tutti gli elementi dello stesso.

Esempio:

Grand landscape di un paesaggio (in veste primaverile)




Intimate landscape dello stesso paesaggio (in veste autunnale)




Per altre info in merito vi invito a visitare il mio blog e le discussioni www.antonioaleo.it/blog

Perché un' A7R3 è un corpo macchina quasi perfetto per le mie esigenze?

Megapixel: utilizzo diversi formati oltre al 3:2. Quasi tutte le mie foto sono nel rapporto 4:3, 4:5 e molto spesso anche 1:1. Con un sensore big megapixel ho meno perdita di risoluzione durante il ritaglio, questo mi permette di fare stampe grande formato senza perdita di qualità. Inoltre posso creare foto panoramiche esclusivamente ritagliando (e non unendo più scatti) in un formato panoramico e mantenendo un'importante risoluzione, sufficiente per stampe grande formato.





Gamma dinamica: lavorando molto nei boschi, anche se non è l'aspetto principale che cerco in un corpo macchina, la gamma dinamica ha un ruolo importante. Un bosco ha diverse sfumature di colore e diversi contrasti di luce. Si possono incontrare scene in cui l'illuminazione spot dura pochi secondi ed uno dei principali problemi nel lavorare in questi frangenti è il rischio di una totale perdita di dettagli nelle zone illuminate o nelle zone in ombra. Utilizzare bracketing o filtri graduati in un bosco non è molto consigliato, quindi un sensore con quasi 15 stop di gamma dinamica viene sicuramente in aiuto alle mie esigenze, permettendo di riprendere la scena con meno compromessi e senza rinunciare al dettaglio anche nelle scene più contrastate. Ho notato oltretutto che il sensore della A7R3 lavora molto bene nelle situazioni di penombra facendo emergere dettagli, contrasti e sfumature di colore anche in situazioni di luce non ottimale, qualità che ho apprezzato tantissimo lavorando molto con luce soffusa. Ma personalmente non lavoro esclusivamente a iso 100. Capita di fotografare paesaggi anche a 2000-3200 iso (vuoi per bloccare gli elementi durante le giornate ventose, vuoi per altre esigenze) sia a mano libera che su tripod ed anche in questi frangenti il sensore della A7R3 dimostra di essere polivalente e senza compromessi: tanti megapixel, rumore contenuto, buona gamma dinamica ed una qualità immagine eccellente.




Adoro il modo in cui il sensore della A7R3 lavora in penombra e luce soffusa.




640 iso per avere un tempo di scatto adeguato




3200 iso mano libera

Assenza filtro lowpass: Permette di tirare ancora più dettaglio dalle immagini

Sensore stabilizzato: principalmente per adottare vecchie ottiche non stabilizzate. Purtroppo spesso soffro di capogiri ed è facile che sul campo possa soffrire di motion sickness. Una lente macro non stabilizzata ed utilizzata a mano libera mi metterebbe K.O. In tali occasioni un'ottica stabilizzata è fondamentale, più che altro per la mia salute.

Ricapitolando, reputo la Sony A7R3 un eccellente corpo per il mio utilizzo fotografico e la consiglio a chi cerca le stesse identiche caratteristiche e vuole un corpo polivalente, specialmente al prezzo a cui si trova oggi, in grado di portare a casa eccellenti risultati in tutte le condizioni fotografiche naturalistiche. E' il giusto compromesso tra ottima qualità delle immagini e portabilità (quasi in linea con alcuni corpi Apsc). Un corredo fullframe mirrorless non alleggerirà il vostro zaino, ma rispetto al mio vecchio corredo reflex, nella mia ICU c'è adesso spazio anche per un secondo corpo macchina (A6400).

Cosa detesto della A7R3?:

Touchscreen pessimo. Sembra il mio Tom Tom del 2008. Incredibile come Sony abbia il coraggio di proporre un simile touch. Bocciato!

Una cosa molto fastidiosa che ho notato e che ha rovinato momenti incredibili, è la mancata disattivazione automatica dello stabilizzatore (se dimenticato attivo sull'obiettivo) utilizzando il tripod. Questo genera del micromosso in tutte le occasioni. Negli altri marchi non succede, perchè la lente riconosce il treppiedi e disattiva in automatico lo stabilizzatore. Questo aspetto è a mio avviso molto grave!

Un altra cosa poco tollerabile, è l'impossibilità di correggere il fuoco manualmente se si utilizza la messa a fuoco automatica. Fatemi sapere se accade anche con altri marchi.

Monitor: avrei preferito un monitor T&S come Fujifilm e Panasonic, tiltabile anche in verticale. Sono quelle piccolissime cose che però fanno la differenza in fase di scatto.

Queste sono le mie considerazioni (spesso ricevo diversi messaggi in privato su consigli e considerazioni su Sony A7R3). Aspetto le vostre considerazioni rimanendo in tema con il Topic. Per favore evitare flame e cercate di mantenere una discussioni civile, seria e pacata. Grazie


51 commenti, 1827 visite - Leggi/Rispondi


avatarSlideshow Primavera 2020: Spring always comes
in Blog il 17 Giugno 2020, 11:39


Spring always comes è un video slideshow delle mie immagini primaverili del 2020. Ho inserito gran parte delle mie foto di questa primavera, iniziata fotograficamente con ritardo casa lockdown, all'interno del video.

Fatemi sapere se avete apprezzato. Buona visione :)




0 commenti, 28 visite - Leggi/Rispondi


avatarPiccoli scenari del Parco Nazionale della Sila
in Blog il 16 Giugno 2020, 12:58


Chi mi segue da tempo sa già che negli ultimi anni gran parte del mio lavoro fotografico è concentrato sui monti e sulle foreste del Parco Nazionale della Sila. Ciò ha permesso di esprimere i miei pensieri interiori servendomi di un territorio a me familiare, che posso fotograficamente sfruttare nel miglior dei modi e con più tempo, tranquillità e calma. Quindi il mio lavoro fotografico di ''fotografo di paesaggi (intimi) '' è per lo più territoriale. Questo approccio consente anche di assaporare meglio il paesaggio, dalle grandi vedute alle piccole scene. Spesso e volentieri le meraviglie non stanno davanti ai nostri occhi e bisogna volgere lo sguardo verso il basso per godere della ricca vegetazione silana, che impeccabilmente custodisce meravigliosi piccoli paesaggi.

Per guardare le foto, cliccante sul link.

www.antonioaleo.it/post/foto-fiori-e-piante-del-parco-nazionale-della-

Buona visione.


0 commenti, 41 visite - Leggi/Rispondi


avatarMountain bike, montagna e fotografia
in Blog il 12 Giugno 2020, 10:10


Ciao ragazzi, è da un paio di anni che stavo pensando di affiancare, alla mia attrezzatura di montagne e fotografica, una mountain bike. Percorro molti km a piedi e stavo pensando ad una soluzione ''bike'' per raggiungere determinati luoghi che a piedi richiederebbero più tempo. La mia paura è lo zaino che potrebbe sbilanciarmi e farmi perdere di equilibrio. Qualcuno di voi lo fa già? Quale può essere il limite di peso dello zaino per una tale soluzione?


7 commenti, 98 visite - Leggi/Rispondi


avatarPromozione stampe Fine Art sul mio sito
in Blog il 05 Giugno 2020, 16:41



Ciao ragazzi,
da oggi sarà possibile ordinare stampe ''Fine Art'' direttamente sul mio sito. Ogni fotografia avrà l'apposito tasto che indirizzerà al modulo di richiesta preventivo.
Per avere più libertà di scelta, senza mandarvi però nel panico, ho selezionato 3 prestigiose tipologie di carte (Fotospeed e Canson Infinity): Soft Textured, Fibre Gloss e Baryta. Per avere tutte le informazioni (formati, scelta carta, costi, ecc), visitate la pagina dedicata ''Prints''.
Per inaugurare questa nuova opzione, fino al 15 Giugno riceverete il 10% di sconto su tutte le stampe, ad eccezione delle ''Limited edition''.
Grazie per la vostra attenzione

www.antonioaleo.it/prints


0 commenti, 65 visite - Leggi/Rispondi


avatarFoto uniche di paesaggi perduti
in Blog il 01 Giugno 2020, 11:20


Ho scritto un nuovo articolo per il mio blog. L'unicità di alcune immagini, che assumono ancora più valore con i mutamenti (climatici e non) del paesaggio. Se vi va date un'occhiata e fatemi sapere se avete avuto esperienze e sensazioni simili. Buona lettura ;)

www.antonioaleo.it/post/foto-uniche-di-paesaggi-perduti---unique-photo


6 commenti, 214 visite - Leggi/Rispondi


avatarEarth day - La mia riflessione sulla giornata della terra nel 2020
in Blog il 22 Aprile 2020, 11:16


Ciao ragazzi,

Ho scritto sul mio blog una mia riflessione di quanto sta accadendo e di quanto noi fotografi, specialmente di fotografia naturalistica, potremmo fare per dare un piccolo contributo nel migliorare la qualità ambientale del nostro pianeta.
Se siete interessati, leggete l'articolo :

www.antonioaleo.it/post/earth-day-my-reflection

Grazie :)






13 commenti, 234 visite - Leggi/Rispondi


avatarRacconti fotografici - fotografia di paesaggio
in Blog il 13 Aprile 2020, 10:56


Ciao ragazzi,

Da qualche tempo nel mio blog ho avviato una rubrica che settimanalmente ospiterà le storie ed i racconti, intimi e sentimentali, celati dietro immagini di fotografi di paesaggio (italiani e non). Vi invito a dare un'occhiata e ad iscrivervi alla newsletter per non perdere i post :)

Http://www.antonioaleo.it/blog


0 commenti, 47 visite - Leggi/Rispondi


avatar''Racconti fotografici: Salvo Orlando.'' Nuovo articolo sul mio blog
in Blog il 23 Marzo 2020, 9:52


Buongiorno ragazzi. Continua la mia rubrica dedicata ai fotografi ed al mondo più riflessivo e sentimentale della fotografia di paesaggio e natura, con un ospite eccezionale, Salvo Orlando, fotografo del sud Italia dotato di un animo sensibile e grandi doti artistiche. Buona lettura :)

www.antonioaleo.it/post/racconti-fotografici-salvo-orlando-a-wild-plac


0 commenti, 54 visite - Leggi/Rispondi


avatarQualità e sfruttabilità dei sensori degli ultimi anni (No guerra tra brand!)
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 08 Marzo 2020, 9:29


Riapro, con nome diverso, il topic che a mio avviso ingiustificatamente è stato chiuso. Per favore evitate le guerre tra brand, le offese ed il trollaggio. Chi non è interessato all'argomento, se ne stia alla larga.

Riprendiamo quindi.. a mio avviso, almeno con la tecnologia Bayer, siamo arrivati ad un livello davvero alto da poterci far tutto, a prescindere dalla densità dei pixel. Personalmente sono affascinato sempre più dai sensori super densi, perché riescono a raggiungere livelli di rumore (nelle alte densità) dei sensori meno risoluti, mantenendo una risoluzione alta. Con il 43mpx fotografo senza problemi paesaggi a 1600-2000 iso senza problemi di disturbo disastrosi. Io non so quanto ci sia ancora da migliorare sui sensori Bayer, ma credo che per avere uno step di migliorie, bisognerebbe cambiare formato (superiore) e tecnologia.
Ritornando alla ''gamma dinamica'', l'aver raggiunto i 15 stop, specialmente a chi ne fa un utilizzo naturalistico, evita sbattimenti di filtri e bracketing.


30 commenti, 1331 visite - Leggi/Rispondi


avatarSensori messi alla frusta
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 05 Marzo 2020, 12:35


Apro il secondo post, ma questa volta a prescindere dal brand. Rispondo a Nove

Anto, lasciamo da parte l'antagonismo Sony-Canon e parliamo di fotografia e basta.
Le foto proposte da MC e Mastro, sono esempi di foto sbagliate.
Dal fotografo. Punto.
In entrambi i casi avevano a disposizione l'anteprima e conoscevano l'errore a cui stavano andando incontro. Non ci sono scusanti con una mirrorless e con equipaggiamenti con quel costo.
Detto ciò, i passi successivi sono stati il tentativo di accreditare, con motivazioni diverse, un pessimo risultato di recupero ottenuto aprendo brutalmente le ombre.
Se per simpatia personale o di brand si vuole raccontare che questi risultati sono positivi, non parliamo di tecnica fotografica ma spostiamo il tutto nelle gallerie.
Se invece con un minimo di razionalità, si riconosce che questi recuperi sono inutili, torniamo a parlare di tecnica fotografica.
Entrambi potevano rimediare con un minimo di impegno e ripetere lo scatto, tanto la situazione non era dinamica. MC lo ha fatto mentre Mastro si é accontentato di avere un ricordo del radioso sorriso della sua consorte (presumo) in un tramonto invernale.
Come ho detto ci sta.
Ma non parliamo di qualità accettabile dell'immagine né di una possibilità di recupero da minimo sindacale. Imho

Qui dentro il relativismo regna sovrano.
Uno zoom diventa un concorrente paritetico ad un fisso di altissimo livello.


Lo scatto postato da Maurizio, concordo che poteva essere gestito in maniera totalmente diversa, anche perché per recuperare le ombre ha bruciato le luci, ed in quel tipo di scatto ha poco senso (ci sarebbe senso se fosse stato lavorato appositamente in Highkey). Ma se gli avessero commissionato uno scatto, e per problemi tecnici quello fosse stata l'unica immagine disponibile, sarebbe stata utilizzabile.
La gamma dinamica ed il recupero ombre, serve per gestire situazioni in cui in passato, si ricorreva a bracketing e filtri, con tutte le loro magagne, lo ripeterò fino alla morte. Con ciò non giustifico scatti volutamente sottoesposti di vari stop per essere recuperati in post, oltre che risultato pessimo (4-5-6 stop fan cagare anche in Sony), è un approccio totalmente sbagliato e tecnicamente out.



19 commenti, 691 visite - Leggi/Rispondi


avatarNuova rubrica: fotografi di natura e paesaggio in Italia
in Blog il 17 Febbraio 2020, 9:36


Ciao ragazzi, iniziamo la settimana con un nuovo post del mio blog. Sono felice di presentare una nuova rubrica sulla fotografia di paesaggio italiana e sui fotografi che la raccontano, ognuno con un proprio stile, idea ed approccio. Sarà una rubrica che strizzerà l'occhio verso una fotografia meno mainstream, ma di enorme qualità e valore. Buona lettura

www.antonioaleo.it/post/nuova-rubrica-fotografi-di-paesaggio-e-natura-


17 commenti, 445 visite - Leggi/Rispondi





Foto Personale

34 anni, prov. Catanzaro, 15136 messaggi, 408 foto

  ULTIME 10 FOTO PUBBLICATE 

Invia Messaggio Privato   Aggiungi Amico


Antonio Aleo ha ricevuto 417570 visite, 10695 mi piace

Attrezzatura: Canon 500D, Sony A7r III, Canon 7D, Canon 6D, FujiFilm Finepix X100, Samyang FE 35mm f/2.8 AF, Sigma 19mm f/2.8 DN, Canon EF 24-105mm f/4 L IS USM, Canon EF 70-200mm f/4 L IS USM, Canon EF 50mm f/1.8 II, Canon EF 100mm f/2.0 USM, Tamron SP 90mm f/2.8 Di Macro, Canon EF 135mm f/2.0 L USM, Tamron 24-70mm f/2.8 Di VC USD , Canon EF 16-35mm f/4L IS USM, Sony FE 100-400mm f/4.5-5.6 GM OSS, Canon EF-S 10-22mm f/3.5-4.5 USM, Canon EF 17-40mm f/4.0 L USM, Sony FE 24-105mm f/4 G OSS, Canon EF 24-70mm f/4 L IS USM, Canon EF 100-400mm f/4.5-5.6 L IS USM II (Per vedere le statistiche di fotocamere, obiettivi e ISO più utilizzati da Antonio Aleo, clicca qui)

Occupazione: Commerciante

Interessi: Fotografia di paesaggio intima.

Contatti: Sito Web

Adoro fotografare i paesaggi montani della mia terra, stare a contatto con la natura, respirare l'odore della pioggia. Qualcuno mi definisce il fotografo dei boschi, e c'è un fondo di verità; trovo la mia massima ispirazione nel fotografare il cuore delle foreste dei grandi parchi calabresi, provando un enorme senso di libertà creativa.
Utilizzo una fotocamera mirrorless, zoom grandangolari e teleobiettivi, filtri NDG, polarizzatori e treppiedi. Postproduco le immagini principalmente con Capture One e Photoshop. Non aggiungo mai situazioni ed elementi inesistenti, in fase di scatto, alle mie immagini.
Ho collaborato e collaboro con riviste italiane ed estere, tra cui Cairo Editore (Mondadori), Onlandscape ed League of Landscape Photographers.
Nel 2019 sono entrato a far parte del team italiano di ambassador Leofoto, nota ed importante azienda di treppiedi fotografici.
Nel Settembre 2019 sono stato coinvolto, assieme ad altri 3 fotografi italiani, nel progetto fotografico Innerscape, dedicato alla fotografia naturalistica più intima e introspettiva.


Registrato su JuzaPhoto il 11 Gennaio 2012


AMICI (45/100)
Guz
Claudio Salari
Matteo Visconti
Ulysseita
Antonio Guarrera
Stefano Pesarelli
Mattfala
Luciano Caturegli
Alessandro Bergamini
Umberto La Sorda
Andrea
Juza
Paolo.casciani
Lorenzo-b
Volpy
Beckerwins
Serpy
Marzio Toniolo
Steve Mackay
Barone
Viaggiatorenotturno
Enrico Parigi
Charly05
Photoexplorer
Pisolomau
Lt.massacre
Maurizio Palumbo
Fabio Ferretto
Elleemme
Marinaio
Paco68
Giovanni Mari
Fox79
Mmulinai
Viper
Nth
Amata Ciro
Gtabbi
Paolo Ponti
Grzehoofr
Lucaluca
Eru
Ermoro
Takayama
Caterina Bruzzone



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me