RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Chiacchierata intorno alla proiezione di diapositive


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Chiacchierata intorno alla proiezione di diapositive





avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 15:41

Il mio retinar è 92.5



I miei Elmarit-PRO 150/2.8 sono, tutti e tre chiaramente, 150,2 mm ;-)
I mie due Elmarit-PRO 120/2,8 sono entrambi 119,8 mm ;-)
Il mio Supercolorplan-PRO infine è 90,2 mm Cool

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 15:42

Ah, dimenticavo... complimenti per l'acquisto! ;-)

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 15:56

Ma in effetti come detto prima finché non si hanno realmente dati certi fatti da zeiss o altri che possono misurare le linee per mm con strumenti e certificare quanto detto restano chiacchiere da bar. Un po' come il complottista medio per capirci. Non ti dice a conti fatti nomi cognomi luogi casue effetti ecc. Va di vaghezza,e un po' l'ho notata pure su questa ottica. Cerco da 1 anno uno straccio di prova dove accertano i 400 linee mm ma nulla. Comunque se velvia 100 come la mia ha 170 lp mm e l'ottica non supera i 100 e fotse nemmeno i 70.. allora è come supponevo io. Il limite la fa l'ottica dek proiettore. Anche se dovrei vedere i miei zeiss quante linee per millimetro hanno.

user175879
avatar
inviato il 01 Aprile 2020 ore 16:14

Comunque parlando di diapositive oltre alle linee per millimetro ci sono altri fattori da considerare, come la precisione di posizionamento all'interno del proiettore, le tolleranze di spessore dei telaietti di plastica, le superfici in vetro 'ruvido' a contatto con il film, la planeità del telo di visione. Non oso accennare alla distanza di visione perché immagino il piacere che può dare l'osservazione a dieci centimetri dallo schermo e la perizia necessaria a non creare ombre sull'immagine proiettata. Sorriso

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 16:46

vetri anti newton non ne uso solo lisci, lo spessore dei miei telai sono di 3 mm contro i classici 1.9 mm, dunque sono più rigidi e flettono meno e la diapositiva resta più planare. Per la precisione di posizionamento nel mio caso, forse tutti i kodak sono uguali o tutti i proiettori, questo non lo so, ma il mio proiettore ha una slitta dove va a comprimere con una molla la diapositiva, dunque il decentramento è nullo, cioè non è dentro con possibili inclinazioni caotiche o che ci balla dentro, viene spinto il telaio in modo da essere parallelo.

comunque siamo alla quattordicesima pagina è...

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 16:51

Beh Roberto credo che all'interno di questa discussione, così come peraltro anche nella sua gemella dedicata alle ottiche da proiezione, questa componente, invero essenziale, sia stata toccata più volte dal momento che, per esempio, si è parlato anche delle problematiche legate al popping, delle ventole di raffreddamento, della presenza o meno dei vetri anticalore, della verniciatura delle diverse camere di proiezioni per arrivare fino alle varie tecniche di fruizione delle diapositive ivi incluse l'osservazione col loupe e le varie tipologie di proiezione e retroproiezione e distanza di osservazione ;-)

Comunque si, allo stesso modo in cui una stampa è il risultato di tutta una filiera che dal momento della ripresa sul campo, fino alla camera oscura, condiziona il risultato finale allo stesso modo un'altra filiera, solo in parte diversa, condiziona pesantemente il risultato finale anche nel caso della proiezione.

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 17:08

parlando di distanza minima, sapete quanti metri minimo sono consigliati? Io sulle menti da proiezione mica ho visto distanze minime di utilizzo per beneficiare al massimo della lente. Comunque io consiglierei di aprire già un nuovo posto con (Chiacchierata intorno alla proiezione di diapositive 2) tanto per non finire le pagine, dato che alla quindicesima è finita la discussione

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 17:18

Interessante lo spunto offerto da Pantom circa la precisione del posizionamento della diapositiva all'interno della camera di proiezione.
In effetti, come da lui ipotizzato, non tutti i proiettori sono in grado di assicurare una elevata precisione nel posizionamento della diapositiva, e i proiettori a caricatore lineare da questo punto di vista sono i più svantaggiati, al contrario dei proiettori a giostra i quali, favoriti per l'appunto dal meccanismo a caduta verticale, sono in grado di assicurare una precisione di gran lunga maggiore tant'è, per esempio, che Leica assicura (veramente è Kodak che lo assicura), per i suoi proiettori RT-m/RT-s, che la diapositiva venga posizionata nel vano di proiezione con l'accuratezza di un quinto di millimetro il che significa che in una proiezione 100X (ossia 3,5 metri di lato lungo), lo scostamento massino non supera i due centimetri... una prestazione, come è facile immaginare, essenziale se si vuole avere la certezza di una elevata accuratezza nella sovrapposizione delle varie diapositive all'interno di una proiezione in dissolvenza incrociata.

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 20:56

parlando di distanza minima, sapete quanti metri minimo sono consigliati? Io sulle menti da proiezione mica ho visto distanze minime di utilizzo per beneficiare al massimo della lente. Comunque io consiglierei di aprire già un nuovo posto con (Chiacchierata intorno alla proiezione di diapositive 2) tanto per non finire le pagine, dato che alla quindicesima è finita la discussione



Per quanto ne so io non esistono distanze minime o massime entro le quali proiettare, ma in ogni caso più che dagli obiettivi queste distanze sono condizionate dalle pellicole, innanzitutto, e infine, non meno importante, dalla potenza della lampada.

In altre parole, e dando per scontato il fatto che si voglia organizzare una proiezione di alta qualità, per prima cosa bisogna informarsi su quelli che sono gli ingrandimenti lineari che la pellicola in oggetto può mantenere assicurando, nel contempo, quel determinato standand qualitativo che noi, a priori, ci siamo prefissati!

Fatto questo bisogna stabilire innanzitutto a che tipo di pubblico vogliamo mostrare questa proiezione, ancor più importante è quella che si stima essere la sua preparazione sia tecnica che artistica, inoltre dobbiamo considerare anche l'ambiente nel quale la proiezione stessa verrà presentata e su che tipo di supporto le immagini verranno visualizzate.

Stabilito tutto questo si può ragionevolmente immaginare quale sarà il livello della proiezione, dal punto di vista puramente tecnico chiaramente, dal punto di vista artistico invece nulla si può prevedere ;-)

Comunque, ipotizzando l'uso di una pellicola colore di alta qualità, come la Velvia 50 o 100, sappiamo per certo che essa assicura dei risultati eccellenti fino a ingrandimenti di 50X lineari (1,20x1,80 m), ottimi fino ad almeno 100X lineari (2,4x3,6 m) e molto buoni fino a circa 200X, ossia poco meno di 5x7,5 metri!
A questo punto quindi, stabilito l'ingrandimento e l'ambiente nel quale verrà allestita la proiezione non resta che calcolare la distanza, in funzione dell'ottica a disposizione, oppure l'ottica, in base alla distanza ;-)

In definitiva si può ragionevolmente affermare che la distanza minima può essere anche solo mezzo metro, per la massima invece è più difficile stabilirlo con esattezza vista la molteplicità e varietà degli elementi in gioco anche se, orientativamente, direi che prevedere distanze oltre i 35 o 40 metri sia da ritenersi velleitario.


avatarsenior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 11:51

Ah Pantom, a proposito del fatto che siamo giunti alla 14a pagina devo dire che non sono sicuro che si possa aprire il proseguio di un thread prima che l'originale sia giunto al termine imposto.

avatarjunior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 16:56

Suppongo non sia nemmeno corretto fare come detto da me in precedenza. invece parlando di proiezione e unicamente su quella dato che solo adesso ho visto che c'è pure un thread riguardo le ottiche per proiettori. Mi chiedevo ma i classici telai da 2 mm (1.9mm-1.8mm) reali durante la compressione nel caso dei proiettori kodak come il mio, ho notato che leggermente tendono a flettersi verso l'esterno una volta compressi. chiaro si parla di qualcosa di leggermente percettibile ad occhio. Meglio comunque da quello che ho letto nel commento precedente di Paolo dove dice che i proiettori circolari siano meglio di quelli lineari dato che uno mette il telaio della diapositiva in battuta e "perfettamente" in asse e l'altro no, che è un vantaggio non indifferente suppongo. Invece per quanto riguarda la diapositiva che flette per via della portata d'aria basta un telaio con vetri e se possibile senza vetro anti newton. Avendo queste cose di base credo si sia al top per quanto riguarda proiettore e telaio diapositiva e proiettore. però conta anche su cosa viene proiettato, se su un muro ad esempio e presenta una superficie non regolare come quasi la totalità dei muri ovviamente verrà compromessa la qualità o il tipo di colore che tende a fare una rifrazione anche se debole nelle zone circostanti all'immagine con conseguenza perdita di dettaglio. In questo caso credo che la retro proiezione sia di gran lunga superiore sotto questo aspetto sia per luce diretta e non riflessa e sia perchè la la rifrazione anche se minima tenderà ad abbassarne la qualità. Siete d'accordo su questo anche voi?

avatarsenior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 21:27

Beh amico mio i telaietti dotati di vetri lisci è vero che offrono la massima qualità di immagine... ma la offrono solo per pochissimi secondi!
Perché dopo una manciata di secondi appunto appaiono inevitabilmente i famigerati Anelli di Newton a rovinare la festa, senza considerare che alla lunga la grande quantità di umidità che si forma all'interno di quei telaietti va a detrimento dell'integrità dell'emulsione.

Questo senza considerare che, nella peggiore delle ipotesi, può succedere addirittura che la diapositiva aderisca ai vetrini in maniera permanente, e allora staccarla diventa un problema... di fatto finisci per perderla la diapositiva.

A questo punto allora è molto meglio ricorrere ai telaietti con vetro Anti Newton perché anche se la tua immagine perde un minimo di incisione tu puoi proiettarla per tutto il tempo che vuoi senza il fastidio degli anelli e, soprattutto, senza correre il rischio dell'adesione dell'emulsione al vetro.
Senza contare, per finire, che nonostante la presenza dei vetrini alla lunga sulla diapositiva su accumula sempre qualche pelucchio, qualche granello di polvere, l'umidità lascia comunque un minimo di residui... insomma le diapositive sotto vetro hanno bisogno di manutenzione continua e, peggio ancora, per quanti sforzi tu faccia l'emulsione non respira mai!
Insomma i vetrini sono deleteri... sempre!

Meglio, molto meglio anzi, affidarsi ai telaietti Gele da 1,95 mm senza vetro e con la mascherina di metallo, assicurano eccellente rigidità, minimo popping, anzi con gli Ektapro il popping non lo provocano proprio e, cosa di gran lunga più importante, la diapositiva respira!
Senza contare che una volta che la diapositiva l'hai pulita con un buon panno antistatico, e l'hai riposta nella sua tasca all'interno del plasticone, è difficile che su di essa ci finisca qualche pelucchio!

avatarjunior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 21:45

ti riferisci a questi per caso?! www.ebay.it/itm/350323078432

avatarsenior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 21:58

No, mi riferisco a questi:
www.ebay.it/itm/Telaietti-diapositive-Gepe-3mm-con-vetro-Anti-Newton-C

avatarsenior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 22:02

Io però adopero questi:
www.ebay.it/itm/Gepe-Glassless-metal-mask-35mm-Slide-Mounts-24x36-No-7

e solo di rado perché all'atto pratico la maggior parte delle volte vanno bene i telaietti apribili con i quali le dia mi vengono riconsegnate ;-)

04 Giugno 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me