RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Linee cadenti







avatarmoderator
inviato il 13 Febbraio 2020 ore 21:32

Jp1000...
-Il problema di base è che hai usato un'ottica grandangolare in un paesaggio antropico qui un 14mm su sensore 4/3i ma considerando il crop sensore della tua digitale la focale equivalente a T.A. nel formato 35mm è 28mm Sorry

-Volendo includere gli edifici senza tagli aerei si è portati ad inclinare la digitale verso l'alto e di conseguenza si esasperano le linee cadenti Sorry
-Se le linee cadenti risultano troppo spinte un programma di p.p. potrebbe venirci incontro ma come qualcuno ha già accennato si avrebbe un effetto di stiracchiamento dell'immagine e di perdita di qualtà
-l'indietreggiare potrebbe ridurre questo effetto perchè si tenderebbe ad inclinare di meno il sensore verso l'alto

abcamera.it/corso-fotografia/linee-cadenti/

Consiglio:
-In un paesaggio con "respiro" potrebbe essere sufficiente un'ottica equivalente al formato 35mm ... 24-105/120mm
-In un paesaggio con tanti elementi tipo antropico-urbano sarebbe saggio affiancare all'ottica multiuso un'ottica supergrandangolare (es.16-24/35mm nel formato 35mm)


Ottica grandangolare: Olympus M.Zuiko Digital 14-42mm f/3.5-5.6 II R
Ottica supergrandangolare: Panasonic Leica DG 8-18mm f/2.8-4.0 ASPH - Olympus M.Zuiko Digital ED 9-18mm f/4.0-5.6


avatarsenior
inviato il 13 Febbraio 2020 ore 22:09

Nella foto postata vedo, al di là delle linee cadenti, delle deformazioni (curvatura delle linee). Per quanto riguarda l'inclinazione... tutto è raddrizzabile Es.

www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=3413792


Questa una foto raddrizzata scattata con un 10-24 su APS-C a 10 MM a mano libera. La macchina non era in bolla e ne tantomeno era messa in posizione preferenziale. Software utillizzato capture one 20 pro.

avatarjunior
inviato il 13 Febbraio 2020 ore 23:41

Bergat, a cosa possono essere dovute quelle deformazioni e dove le vedi? Perche' a dire il vero io non le noto. Sorriso

Tieni presente che la foto postata e' semplicemente il file raw convertito in jpeg, non ho neanche corretto la distorsione dell'obiettivo. Puo' essere quello il motivo? Direi di no.

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 0:09

Sono giusto ora in un periodo di ossessione per le linee cadenti.
Ho messo nel pulsante più comodo la scorciatoia per la livella digitale sul mirino sia orizzontale che verticale. Questo mi aiuta molto.

Col mio 10-24 Fujifilm mi ritrovo dei gran pavimenti nelle foto a schermo.
È veramente complicato fare entrare sempre tutto. La fotografia di architettura è un genere difficile.

In post produzione ho sempre la sensazione di fare danni quando raddrizzo.

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 8:15

Le foto di architettura "perfette" si fanno con un banco ottico che permette tutti i movimenti, naturalmente sapendolo usare.
In questo periodo sto mettendo a posto l'archivio del patrimonio immobiliare dell'ente per cui lavoro: decine di migliaia di disegni delle sedi in tutta Italia e anche molte foto, di interni e di esterni, scattate da professionisti con macchine di grande formato. Specie quelle delle sedi storiche, realizzate a cavallo della II guerra mondiale, sono strepitose.
Non dovete farvi ossessionare dalle linee cadenti, perché in certi scatti ci possono stare.
Quando guardate il campanile di una chiesa in una piazza angusta di qualche centro storico medievale, siete costretti ad andargli sotto e poi alzare lo sguardo per vederlo fino in cima. Con la macchina fotografica, in parte, fate lo stesso.
Bisogna distinguere tra foto fatte per documentare una architettura e foto "creative".
Le prime dovrebbero rappresentare correttamente l'edificio, rispettandone i rapporti tra i vari volumi, evitando quindi aberrazioni prospettiche e linee cadenti. Una prospettiva è ritenuta aberrata quando per esempio si allarga innaturalmente l'angolo rispetto a quella che è la visuale dell'occhio umano.
Anche le linee cadenti, sono di fatto una aberrazione, rispetto alle prospettive canoniche, e nel disegno si ottengono inclinando rispetto al soggetto il quadro della prospettiva.
Per le foto creative, in un certo senso, tutto è ammesso.
Io, essendo architetto, faccio spesso foto di architettura, per diletto personale, in genere cerco di contenere le linee cadenti, ma quando proprio non è possibile, le lascio, magari forzandole anche con l'uso di un grandangolo spinto.

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 10:23

Condivido tutto quanto dice Fileo.

Il problema è che la nostra vista le linee cadenti non le percepisce. O meglio, l'occhio di sicuro le "vede", ma il cervello rielabora l'immagine e "riaggiusta" tutto, mostrandoci ciò che ci aspettiamo di vedere. La foto invece ci mostra quello che la lente proietta sul sensore, che è più o meno quello che il cristallino proietta sulla retina.
Ora il problema è far collimare la foto con ciò che ci aspettiamo di vedere, in modo da avere una foto "armoniosa", che non sia forzata né da una parte, né dall'altra.
Le linee troppo cadenti disturbano, così come disturbano le linee perfettamente verticali, ma con gli angoli "tirati" che "scappano via".

avatarsupporter
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 10:55

La mia sulle linee cadenti e sulla fotografia di architettura l'ho detta qui:

www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&show=2&t=3363535#18870517


P.S.: Grazie a Gianluca8675 per la menzione nella prima pagina di questo topic.

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 12:10

Bergat, a cosa possono essere dovute quelle deformazioni e dove le vedi? Perche' a dire il vero io non le noto. Sorriso

Dunque le linee cadenti che vedo, ma potrebbe essere una mia impressione e bisognerebbe affiancarle con un righello, sembra che curvino oltre che inclinarsi. Le linee cadenti ci sono sempre in un grandagolo se non si è perfettamente in bolla. Le linee curve denotano invece una deformazione a barilotto o a cuscino (qui mi sembrano a barilotto), ma oggigiorno con firmware dedicati a quella specifica ottica che interagiscono col software di postproduzione, tutte le deformazioni vengono eliminate. Probabilmente il tuo sw non ha corretto tali deformazioni e un po' di deformazione è quindi presente. Oppure tu hai scelto di non applicare tale compensazione della deformazione (al di la delle linee cadenti)

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 12:13

Grazie mille Roberto, contributi assolutamente interessanti che mi leggerò bene con calma.

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 12:40

Per evitare le linee cadenti..
devi dotarti di paletti di sostegno. ;-)

avatarsupporter
inviato il 14 Febbraio 2020 ore 13:56

Figurati... è per me un piacere trattare questi argomenti che mi apassionano da sempre.


Io, essendo architetto, faccio spesso foto di architettura, per diletto personale, in genere cerco di contenere le linee cadenti, ma quando proprio non è possibile, le lascio, magari forzandole anche con l'uso di un grandangolo spinto.

E' quello che faccio anche io quando, raddrizzando le linee cadenti, si ottengono delle immgini del tutto forvianti rispetto alle proporzioni effettive dell'edificio.

Ad esempio, in questa foto che ho fatto un paio di settimane or sono alla Torre Velasca, nel punto più distante in cui ho potuto collocarmi per una veduta frontale (alle mie spalle c'era un altro edificio)
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=3480415
se, tramite il software DxO ViewPoint 3, provo a raddrizzare le linee cadenti, ottengo questa mostruosità:
www.dropbox.com/home/Photos/Foto%20per%20forum%20Juzaphoto/Torre%20Vel
Ovviamente un decentramento così esagerato non è eseguibile con nessun obiettivo Tilt & Shift e penso neppure con un banco ottico (e aggiungerei "per fortuna"!).

Avrei potuto tagliare la parte in basso, al di sopra della linea dell'orizzonte, in modo da adeguarmi alla regola secondo cui le verticali si tengono inclinate solo quando suddetta linea d'orizzonte è al di fuori dell'inquadratura; come ho fatto in questa visone notturna dello stesso grattacielo:
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=3465203
nel dialogo sottostante ho scritto "... sia perché ciò che è in basso risulta piuttosto confuso e mi è sembrato che costituisse elemento di distrazione."

Ma con la luce diurna e quella serie di biciclette allineate ho giudicato che la fascia inferiore meritasse di essere inclusa nella composizione.

Del resto qui
www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&show=2&t=3363535#18870517
avevo scritto:
"Se le finalità non sono di carattere 'documentario', ma piuttosto di tipo 'espressionistico' o 'emozionale', ovvvero il voler comunicare con determinati espedienti la sensazione che un dato spazio architettonico o urbano esercita su di noi; oppure semplicemente realizzare immagini con un forte impatto o voler mostrare punti di vista insoliti [...] ritengo assolutamente legittimo fare uso della prospettiva 'Rettilinea reale' (ovvero con le verticali convergenti verso un punto di fuga) anche con la linea dell'orizzonte nell'inquadratura."
E mi sembrato che la foto in questione rientrasse in questa casistica.

Altri esempi di fotografie in cui ho lasciato le linee verticali inclinate pur avendo la linea dell'orizzonte nell'inquadratura (la motivazione è nella didascalia):
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=1611942
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=2160453
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=3417775
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=1103999

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 188000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





17 Febbraio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me