RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Medio-grande formato panoramiche 6x9 6x12 6x17


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. »
  5. Fotocamere a pellicola
  6. » Medio-grande formato panoramiche 6x9 6x12 6x17





avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 16:56

Ciao a tutti.
Dopo essere tornato a pellicola con 6x6, per un uso estremamente amatoriale ma che mi fa divertire, mi sono imbattuto in qualcosa di sconosciuto.

Le macchine medio e grande formato panoramiche.

Secondo voi, come si può entrare in questo mondo senza mutuo ?
Ho visto macchine stupende, in alcuni casi trasportabili, ma tutte molto costose.
Fuji (e copie varie) 6 x 17.
Fuji e Hasselblad unite in una macchina a 35mm (TX e Xpan).
Alcuni banchi ottici (di cui sinceramente non conosco il funzionamento).
Roba 35mm motorizzata
Addirittura macchine lomografiche 6x12.

Vi chiedo: cosa mi consigliereste per cominciare ? Esiste qualcosa a portata di portafogli ?
Grazie a chi interverrà

avatarsenior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 17:18

Lascia perdere!
Per giustificare, anzi per dare giusto una parvenza di logica all'acquisto di una fotocamera 6x17 bisognerebbe partire stampando almeno una decina di miserabili ingrandimenti 10X ... che onestamente sono pure piccoli, molto, molto piccoli vista la ridondanza del formato.

Ora, di grazia, mi dici dove li appendi dieci stampe di 56x170 centimetri?

avatarsenior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 17:24

Comunque non preoccuparti ... fra poco interverrano almeno una decina di neo pasdaran della pellicola a consigliarti di acquistarla la Fuji 6x17 ;-)

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 17:25

Ciao
Il formato 6x17 era lì per dire, come oggetto che mi ha stupito. Su youtube avevo sentito di stampe esagerate.
Speravo in consigli sul 6x9, o sul 6x12.
Adesso stavo vedendo le Fuji 690 III, ma stanno tutte in giappone e costano pure parecchio.

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 17:32

Che poi il 6x17 mi sa che funziona solo negli U.S.A.

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 18:19

ma sapete chi usava, e bene, il formato 6x17? Wim Wenders MrGreen
ho visto una mostra a Roma di alcuni suoi scatti, credo anche del dopo 11 settembre, che erano affascinanati
www.vita.it/it/article/2015/02/26/wenders-e-quel-sole-sopra-ground-zer

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 18:28

Una volta me le facevo, se ti interessa ti spiego come, modificando un banco ottico per farlo leggero e compatto, spendendo relativamente poco.
Usavo gli obiettivi da grande formato, fino 6x12 vanno bene tutti.
Ho fatto anche una 6x17, ma era scomoda, troppo stretta e lunga, scattavo solo da mirino e l'ho abbandonata presto.

Io non stampo, scansiono.

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 18:32

@Delfi
Bravo !!! Io anni fa alle scuderie del Quirinale vidi una sua mostra.
Stupenda.
E c'erano queste stampe immense, su espositori verticali (mi sembra un bosco), arrivavano fino al soffitto.
L'hai vista la foto del cimitero abbandonato.
Funziona solo in U.S.A.....

avatarsenior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 22:45

Bravo !!! Io anni fa alle scuderie del Quirinale vidi una sua mostra.
Stupenda.
E c'erano queste stampe immense, su espositori verticali (mi sembra un bosco), arrivavano fino al soffitto.
L'hai vista la foto del cimitero abbandonato.





Come avevo premesso.
Negativi così grandi, al di là del formato panorama (o forse proprio in virtù di esso ... non saprei dire) hanno senso solo se se ne vogliono ricavare delle stampe grandi ... anzi mooolto grandi , altrimenti hanno davvero poco senso.
Ah, inutile dire che la stampa deve essere fatta seguendo passo passo tutta la filiera analogica perché se quei negativi li scansioni li riduci a dei veri e propri files digitali ... che saranno pure esageratamente grandi ma sempre files digitali restano!

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 22:57

E quindi, se diventano file digitali, qual'è il problema?
Non si può usare un sistema misto?
Non si può provare piacere a scattare con una macchina manuale per poi avere una supporto con cui fare potenzialmente tutto ciò che si vuole?
Non si può stampare a contatto per avere fotine finite 6x17cm?

Paolo, quanto è vicino il tuo orizzonte?

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 23:18

Ho seguito una discussione sul punto.
In pratica contaminazioni reciproche tra digitale e analogico.
Molto interessante.


avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 23:30

Credo che il formato più interessante e' costoso sia il 6x17. Guardati cosa ha realizzato Koudelka nel suo reportage” Holy land”

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 23:35

Jeandemetz, io l'ho sempre fatto, per comodità, per praticità, per sperimentare.

E non vedo perché porsi limitazioni da fondamentalista analogico se non l'essere “religiosi devoti e credenti”, detto per analogia.

A me piace il rito dello scattare a pellicola, con tutte le sue difficoltà e l'ansia positiva che mi obbliga a concentrarmi oltre le mie capacità. E mi piace poter usare il negativo come meglio mi pare. Lo posso scansionare, lo posso stampare con l'ingranditore, lo posso stampare a contatto, e posso conservarlo per farci altro in futuro.
Mi diverto così, che mi importa della “qualità “?
Quella è per gli insicuri.

avatarjunior
inviato il 29 Febbraio 2020 ore 23:48

la gara a chi ce l'ha più grosso forse la vinco io:
fino a 10 anni fa usavo dei rullini agfa e kodak che pesavano un paio di Kg ciascuno.
il lato corto del fotogramma era circa 35cm e il lato lungo circa 63 cm.
servivano per impressionare lastre polimeriche fotosensibili a contatto (lato emulsione)

ho viinto qualcheccosa?MrGreen

avatarjunior
inviato il 01 Marzo 2020 ore 8:34

@Maurese
Nel mio piccolo faccio le stesse considerazioni.
Con la pellicola si perviene al risultato finale, la foto, con più operazioni. Queste operazioni (cavalletto, messa a fuoco manuale, sviluppo, stampa...) in alcuni casi (per gli amanti della pellicola) generano grande soffisfazione.

Mi piace ribadire, ma è un mio pensiero, che anche a livello professionale un fotografo professionista potrebbe optare per la pellicola.
Prefigurato il risultato, con un certo stile, potrebbe decidere per la pellicola.
Sacrificare nitidezza e maneggevolezza del file digitale per una resa diversa.
Insomma non ci sono regole formali.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 195000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





15 Luglio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me