RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Quali sono i vantaggi che da il JPG rispetto al RAW ?


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Quali sono i vantaggi che da il JPG rispetto al RAW ?





avatarjunior
inviato il 31 Marzo 2020 ore 23:42

Togliamoci il dubbio scattiamo due foto uguali una in RAW e una in JPG e confrontiamole magari quì in questa discussione

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 7:04

Star Trek, se scatti due foto uguali in Jpg e in Raw vedrai due foto uguali.
Uno è il Jpg che la macchina ha elaborato dal raw.
L'altro è il jpg incapsulato nel file raw, che è un file contenitore: dentro ci sono i file grezzi, e un file di anteprima preparato dalla macchina, o dopo ogni modifica, che appunto è un jpg.

Anni fa avevo un programmino che estraeva quasi istantaneamente i jpg contenuti nei file raw senza convertirli. Il tempo di elaborazione di una cartella era tre secondi, al posto di un'ora di Camera Raw.

La questione 16 bit: questi sono due byte.
Se le macchine hanno una risoluzione di 12 bit comunque verranno usati 16 bit e i bit restanti restano “vuoti”, non usati.





avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 7:21

@Star Trek
Ne uscirebbe un confronto JPEG vs JPEG. E per la precisione: JPEG prodotto dalla fotocamera vs. JPEG prodotto dal browser web ;)

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 7:38

Scopps, secondo me ne uscirebbe un confronto Jpg della fotocamera contro Jpg della fotocamera

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 8:10

In realtà non proprio, perché per quanto i metadati di un RAW possano contenere già i valori di esposizione base e temperatura, la macchina può decidere (anzi lo fa sempre) di applicare elaborazioni aggiuntive come la riduzione del rumore, nitidezza, contrasto e così via. Il risultato prodotto difficilmente sarà identico a quello che viene fuori da un lightroom/c1/etc. in cui si apre semplicemente un file e lo si esporta, perché anche questi ultimi programmi hanno dei valori di default per parametri di post produzione che sono diversi da quelli del software della fotocamera (generalmente meno aggressivi). Oltretutto ho notato che nei JPEG prodotti dalla mia vecchia Canon c'è un marcato spostamento anche dal lato del colore rispetto ai parametri base del RAW, cosa che non succede ad esempio con i JPEG della Fujifilm, dove a bassi ISO i JPEG prodotti da C1 sono praticamente identici a quelli che escono alla macchina.

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 8:22

Ma io intendo tra l'anteprima del raw uscito dalla macchina, e il jpg fatto dalla macchina, non dovrebbero esserci differenze, no? Forse la dimensione dell'anteprima contenuta nel raw.

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 9:08




Una piccola prova fatta da me usando C1, senza pretese di scientificità. A sinistra c'è un dettaglio di una regolazione ottenuta partendo dal raw, a destra lo stesso dettaglio ottenuto partendo dla jpg e cercando di ottenere il risultato il più possibile simile.
Quello che si vede è che i colori nel raw sono più accesi e puliti, mentre nel jpg sono più spenti e compressi e non si riesce a riportarli a quelli originali; anche la risoluzione è leggermente compromessa e si vede già l'intervento di sharpening effettuato in automatico sul jpg.
Indicazioni dal test: quando è possibile meglio usare il raw, è più flessibile e di maggiore qualità del jpg. Quando invece non sono importanti la precisione nella resa delle sfumature e il mantenimento del massimo dettaglio, allora il jpg va benissimo.

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 10:54

Marco Palomar
Grazie per il tuo esempio ma avevo chiesto un"altro tipo di esempio. Il tuo deriva da una foto sola DSC01820 mentre avevo chiesto due foto uguali ma una scattata in jpg e una in raw alcune ML lo fanno in automatico salvano entrambi i formati. Ora mettendoli a confronto dimostrare quali dei due formati sia il migliore. Teniamo presente che tutti i raw per visualizzarli e condividerli li salviamo in jpg. Teniamo in considerazione anche il fatto che le nostre ML o Compatte non anno abbastanza energia per creare un jpg già sviluppato

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:10

Cosa significa "le nostre ML o compatte non hanno abbastanza energia per creare un jpg già sviluppato"?

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:11

Ma come non hanno abbastanza energia per creare un jpg già sviluppato?
Lo fanno ad ogni scatto! Dai dati raw del sensore salvano un jpg!

Comunque tutte le macchine che ho avuto salvano Raw+Jpg dello stesso file.

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:12

Il raw va sviluppato, non c'è storia. Chi lo sa fare bene otterrà un risultato superiore al jpg, chi non sa sviluppare al meglio il raw è inutile che scatti in quel formato e può usare il jpg.

Estrarre il jpg incapsulato nel raw non serve a nulla, è identico al jpg (e nemmeno sempre: in alcune fotocamere è inferiore come risoluzione e qualità).

È semplice: il raw quando sono necessarie modifiche importanti (e per chi è capace di tirare fuori un risultato migliore del jpg), altrimenti si usa il jpg (si risparmia tempo e si ottiene un risultato uguale o migliore).

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:16

io ho iniziato col Jpg (come tutti) poi sono passato a teorico del Raw... per poi tornare a preferire il Jpg nella maggior parte delle mie esigenze...

premetto che faccio principalmente Sport e repostage giornalistico e quindi ho la necessità di inviare le foto quasi in tempo reale...

il Raw lo uso quando faccio matrimoni o cerimonie (li ci sono momenti concitati dove è un attimo commettere qualche imprecisione con l'esposizione... e il raw è un buon paracadute)... oppure per servizi in studio dove so che poi l'immagine dovrà essere elaborata pesantemente (ma li è il committente che spesso impone certi parametri)

per l'80% delle foto che faccio mi è più che sufficiente scattare dei buoni JPG e dargli una passata in Lightroom


avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:19

guarda ti posso fare gli esempi che vuoi, ad esempio questo




è la stessa scena salvata automaticamente dalla macchina sia in raw che in jpg.
Io credo che non sia un test molto significativo, perché 1) la fotocamera (sony a7r2) si sviluppa il raw in base a un proprio algoritmo che segue quelle due o tre impostazioni decise dall'utente (stile personale: standard, DRO: auto) 2) il convertitore raw (Capture One) sviluppa il raw in base a una serie molto più ampia di parametri decisi dall'utente; in questo caso non ho mosso nessun cursore rispetto a quanto previsto di default dal programma, tranne la correzione della distorsione.
Confrontando i due risultati si vedono differenze minime, non apprezzabili normalmente, ma andando con il lanternino si capisce che i colori del raw sembrano più profondi di quelli del jpg.
Quello che invece volevo evidenziare nella precedente immagine è che il jpg rimane un file lavorabile, specie con un programma potente come C1 o RT, ma non permette la stessa flessibilità e qualità del raw.

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:28

Quello che invece volevo evidenziare nella precedente immagine è che il jpg rimane un file lavorabile, specie con un programma potente come C1 o RT, ma non permette la stessa flessibilità e qualità del raw.


è quello il discorso.

- il Jpg elaborato dalla macchina taglia definitivamente luci ed ombre per fargi avere un contrasto "predefinito" accettabile, quelle se serve non le recuperi più, sono proprio taglate
- il raw fornisce una anteprima analoga al jpg, però luci ed ombre non vengono tagliate, ma solo nascoste. Succede come quando elaboriamo un raw lavorando sulle curve o lavorando sui bianchi e neri. Con il raw però, lavorando in direzione opposta possiamo recuperare o meglio, rendere visibili, quelle luci ed ed ombre estreme che la preiew non ci fa vedere.

Quindi..... cosa è meglio avere sottomano?MrGreen

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 11:44

Quindi..... cosa è meglio avere sottomano?

Tenete i RAW, tutti siamo concordi, i Jpeg sono una brutta copia del RAW, formato che contiene tutte le informazioni, un jpeg pesa un pò di meno ma rimane SEMPRE una brutta copia.MrGreen
Per postare foto sul web invece va meglio il Jpeg , perchè chiunque può aprire un Jpeg , i formati RAW invece sono diversificati, non universali come il Jpeg, alcuni RAW non sono gestibili da qualche software o non sono apribili da un semplice smartphone qualunque.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 193000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





04 Giugno 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me