RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Consigli per Macro a mano libera


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Consigli per Macro a mano libera





avatarjunior
inviato il 21 Giugno 2020 ore 13:32

Ciao ragazzi,

ieri sono andato sul ticino e mi sono divertito a fotografare libellule con il 70-200 F4 su canon 80d.

Vi allego il mio scatto migliore:

www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&bk=m-1-&t=3634734

Vorrei però chiedervi dei consigli su come gestire meglio la messa a fuoco.

Come potete vedere dalla foto, la messa a fuoco è buona, ma non impeccabile. Secondo voi dovrei fare la microregolazione obbiettivo macchina o dipende da altro, come dal fatto che fosse un mano libera, o dal diaframma non chiusissimo, o dal fatto che senza moltiplicatori ho croppato molto?

Grazie in anticipo a tutti quanti.
Vorrei migliorare la mia tecnica con le macro mano libera :)
Andrea

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2020 ore 14:53

Andrea il discorso e un po complesso e non si può racchiudere in poche righe

Comunque metto subito alcune riflessioni

Tu hai usato un 70-200
A mano libera
Con diaframma aperto
Una libellula su uno stelo che se uno fa una scorregg....ia in cina si muove

Poi hai aggiunto un bel crop
E ti lamenti che la maf non e proprio precisa e vuoi regolare l'ottica???

Secondo me devi rivedere un po il tuo modo di fotografare.

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2020 ore 18:30

Lo so che il discorso è complesso, e infatti non sto mettendo fretta a nessuno. Se ti va di scrivere qualche dettaglio in più leggerò volentieri.

Non è lo scatto più facile della vita, lo so, ma concordi con me che si può fare qualcosa di meglio anche se a mano libera e a pari attrezzatura?
Punto 2: cosa farebbe secondo voi la differenza in maniera più sostanziale per migliorare uno scatto di questo tipo?
Al momento i consigli utili che mi sono stati dati sono:
- Fotografare di lato il soggetto
- Chiudere ancora un po' il diaframma
- Usare un moltiplicatore o un closeup

La micoregolazione l'ho aggiunta io alla lista, perchè la consigliano sempre per un utilizzo da mirino, per evitare Front Focus o Back Focus. Gli iso non hanno pesato secondo me (250 sono ampiamente tollerati in quelle condizioni di luce).
Altro?


avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2020 ore 22:10

Di meglio dubito
La macro anche se sembra il genere piu facile e quello piu insidioso e ogni minima sottovalutazione ti porta ad un risultato scadente.

Ti sconsiglio di usare Duplicatore e lenti addizionali perché peggioreresti di molto il risultato.

Tieni presente che se duplichi uno zoom avresti molti problemi
Primo, Avrai una caduta di luce di 2 diaframmi
Secondo, il tuo 200 diventa un 400mm
quindi difficile da gestire a mano libera che genererà microcosmo o mosso
Terzo, la qualità della lente decadrebbe ancor di più.

Lenti addizionali
Le lenti addizionali sono di 2 fasce
Quelle scadenti che hanno un solo elemento
Tienile alla larga
Poi ci sono i doppietti acromatici che costicchiano un bel po
Il problema e che se ci metti una lente sullo zoom per avere un ingrandimento maggiore devi avvicinarti e non so poi il vantaggio che avresti.

Chiudere il diaframma
Dipende da molti fattori
la distanza dallo sfondo e dal rapporto l'ingrandimento.

Iso uguale grana, grana uguale decadimento immagine
Io consiglio sempre iso piu bassi possibile.

Per fare macro devi alzarti molto presto alle 4 o alle 5 del mattino dipende dove vuoi andare a fotografare
A queste ore gli insetti sono ancora intorbiditi dal freddo e piu facili da avvicinare

Serve un treppiedi un telecomando e un ottica dedicata macro
Il 105 sarebbe buono il 180 perfetto.


avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2020 ore 8:25

Concordo con Zary, inoltre, più aumenta la lunghezza focale e più sentirai anche problemi di micromosso.
Io ad esempio uso spesso il cavalletto in appoggio su due sole gambe con lo snodo della testa non completamente bloccato: mi permette un movimento in avanti e indietro, ma riduce drasticamente il micromosso laterale

avatarjunior
inviato il 23 Giugno 2020 ore 9:17

Si possono fare ottime macro anche a mano libera, ma con i dovuti accorgimenti, un obiettivo macro è necessario, lavorare alla distanza minima di maf per avere il rapporto di riproduzione 1:1 (o superiore, dipende dall'obiettivo), messa a fuoco manuale, utilizzo di flash e diffusore. È un approccio diverso rispetto a quello di cercare l'insetto alle 5 del mattino e piazzarti con il cavalletto e tutto il resto.

avatarjunior
inviato il 23 Giugno 2020 ore 10:17

Scusate, non l'ho detto, ma la distanza minima di MaF del mio 70-200 è 1 metro .. io purtroppo per impossibilità a raggiungere la libellula ho scattato da circa 2 metri e mezzo.. spesso comunque anche un obbiettivo macro questo vincolo non riesce a superarlo. Sicuramente avrei avuto un risultato migliore scattando a 1 metro esatto (avrei croppato molto meno).
Ottimo il suggerimento di usare un treppiede su due gambe

avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2020 ore 11:41

Hai fotografato a più di 2 metri di distanza, quindi con un rapporto di ingrandimento che penso inferiore ad 1:8 con quella lente, ben lontano da un rapporto di ingrandimento macro, credo che a molti sia sfuggito.
Il problema non è la ridotta profondità di campo, che è abbondante per il tipo di soggetto anche se non è tutto a fuoco, piuttosto il pesante ritaglio.
Per soggetti così grandi anche l'ingrandimento 1:4 ad 1 metro di distanza che ti permette il tuo 70-200 dovrebbe essere soddisfacente e se invece cominci a fotografare soggetti più piccoli può avere senso passare a qualcos'altro.
Il mio consiglio è di riprovare mettendoti ad una distanza più adeguata dal soggetto ed usando un tempo di scatto ridotto per non avere dubbi di micromosso.
Lascia perderei treppiedi se non fai focus stacking a soggetti immobili, ti appesantisci e blocchi senza alcun vantaggio.
La luce puoi migliorarla con riflettori o con speedlight+diffusore.

avatarjunior
inviato il 23 Giugno 2020 ore 11:53

1/400 secondi dici che è troppo lento per evitare micromosso a 200mm?
Volevo evitare di salire troppo con gli ISO o aprire troppo il diaframma..anche se forse avrebbe avuto senso..

avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2020 ore 12:43

No, 1/400s può essere anche eccessivo con una lente stabilizzata e non troppo sbilanciata come peso, era solo per dire che devi fare le tue prove e trovare la configurazione braccio-fotocamera-lente-stabilizzatore che ti eviti del micromosso.

Ricordati che a rr 1:8 puoi usare senza problemi la ghiera dell'obiettivo per mettere a fuoco, ma più sali e più conviene impostare la maf ad una certa distanza, e dunque ad un certo rr, per poi mettere a fuoco spostandoti avanti ed indietro.

avatarjunior
inviato il 24 Giugno 2020 ore 8:54

Veramente c'è chi mette a fuoco spostandosi avanti e indietro? io non ci ho mai provato .. ma proverò :)

avatarsenior
inviato il 24 Giugno 2020 ore 11:09

le libellule sono un ottimo soggetto per il fuoco manuale qualora troppo vicine..sono in continuo movimento pertanto devi capire cosa vuoi dallo scatto, ovvero puoi utilizzare 1/400 o 1/500 ma le ali risulteranno sempre in movimento, andando su 1/1000 ed oltre le prendi quasi ferme o ferme ma poi cambia anche la tipologia di foto...il fuoco in manuale è interessante soprattutto se ti trovi a doverti sbattere con la distanza minima di messa a fuoco dove l'AF non aggancia, a quel punto preimposti il focus e ti sposti avanti ed indietro per la messa a fuoco fine..non è che devi farci chilometri talvolta bastano un paio di centimetri

avatarjunior
inviato il 24 Giugno 2020 ore 16:48

Anche io ho iniziato col 70-200 e tubi di prolunga per Canon, ma dopo un po' ho desistito: la perdita di fuoco ad infinito mi costringeva a spostarmi avanti e indietro a mano libera per cercare di mettere a fuoco ma era un termo al lotto, non ero capace e mi sentivo frustrato.
Sono passato alla macro tradizionale: sul posto all'alba, treppiede, testa a cremagliera, slitta millimetrica e obiettivo dedicato. Lo so che è tutta un'altra cosa rispetto ai tubi, ma io non avevo soddisfazione in quello che facevo e non facendolo per lavoro ma solo per divertimento se non mi diverto è inutile.




avatarsenior
inviato il 24 Giugno 2020 ore 20:16

la macro è un genere che non perdona niente. Personalmente la pratico di tanto in tanto a mano libera senza pretendere risultati superlativi, solo per foto ricordo. Per farla seriamente serve, in ordine di importanza 1) un macro 2) possibilmente un flash ed eventuale diffusore 3) un treppiede 4) stativi slitte micrometriche ecc. ecc. Ma la cosa più importante è tanta pazienza e tanta dedizione.
Le libellule sono una delle prede più facili, comunque occorre diaframmare almeno almeno a f/11, meglio f/16.

avatarjunior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 14:15

In effetti ho fatto un po' di tentativi e sicuramente il diaframma dovevo chiuderlo almeno a f11 per avere tutto a fuoco.
Forse ho esagerato un po' con i tempi di scatto visto che comunque era attiva la stabilizzazione .. e ultimo ma non meno importante, avrei dovuto avvicinarmi a 1metro esatto per non croppare troppo. Ancora meglio provare a spostarmi di quei 2 - 3 cm avanti e indietro per migliorare la messa a fuoco.
Per macro con treppiede vedrò più avanti, ma non era quello il contesto giusto.. oltretutto erano le 4 del pomeriggio, e la libellula era bella vispa

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 195000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





04 Luglio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me