RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Canon Pro-1 recensione finale


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. »
  5. Stampanti e Plotter
  6. » Canon Pro-1 recensione finale





avatarjunior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 0:59

Ciao a tutti:
vi racconto la mia esperienza con la canon Pro-1.
L'ho acquistata appena arrivato in francia alla fine del 2012, perché non volevo trasloccare la epson stylus pro500 di cui non trovavo più le cartuccie, che usava la porta parallela e che non aveva driver nemmeno per windows xp.
La recensione è finale nel senso che me ne sono sbarazzato.

Qualità di stampa:
Semplicemente ottima su carta opaca e semi opaca (neri profondi, colori ben saturi e piacevoli).
Scarsa su carta lucida (es ilford smooth high gloss o hahnemühle metal) per via del fatto che nelle ombre la stampa non è lucida. Crea uno spiacevole effetto lucido nelle alte luci e opaco nelle ombre. Il chorma optimiser mitiga solo parzialmente l'effetto. Niente da dire su colori e densità dei neri, ma le stampe mancano di brillantezza.
Su carte perla un po' meglio ma l'effetto non è comunque piacevole.
Personalmente preferisco la carta lucida, tranne per qualche ritratto.
Come resa cromatica non vedo vantaggi rispetto alla stampanti in esacromia: ho avuto per molto anni una stylus pro 5000 e come qualità di stampa (non comparandole in 10x15) era meglio: colori più brillanti (specie sugli arancioni e sui verdi chiari), e soprattutto la carta lucida rimane lucida anche dopo la stampa.
Bianco e nero molto neutro dopo averla ricalibrata. con i profili di origine tende decisamente al freddo sulla maggior parte delle carte che ho usato. la resa nel caso di viraggio caldo o freddo rimane globalmente piacevole, anche se non è perfetta nelle alte luci dove sembra avere un po' di chiazze cromatiche.
Dettaglio ottimo: anche su stampe piccole non si vede l'effetto puntinato a meno di non guardarle con una lente. Un ottima stampante per i piccoli formati su carta non lucida.
La qualità massima di stampa vale la pena solo per formati a3 o superiori, sotto la differnza è impercettibile (migliora il dettaglio nelle ombre). me ne sono accorto troppo tardi dopo aver sprecato parecchio inchiostro.
La tenuta nel tempo non è ottima come si dice: dopo 5 anni una stampa incorniciata e esposta in una stanza soleggiata è già virata (leggermente ma percettibilmente) di colore rispetto a una gemella tenuta in un album.

Costo per pagina:
Molto elevato, sorpattutto per via dei cicli di pulizia automatici che possono consumare quasi un quarto di cartuccia.
Questi cicli si lanciano automaticamente quando non si stampa da più di una decina di giorni e sono un costo assurdo: circa 70€ per ogni accensione della stampante. Non c'è modo di evitarli se non stampando spesso. Una pagina con poco testo colorato basta per resettare il timer della pulizia.
Questo comportamento mi ha portato a stampare per gruppi di fogli, ad accumulare diverse stampe prima di accenderla per ridurli. Questo è × perché su di una stampate a pigmenti puo' portare a tappare la testina.
A volte sengna una cartuccia come assolutamente da rimpiazzare (croce rossa e stampa bloccata) anche se rimangono ancora diversi ml di inchiostro, un giro di 12 cartuccue le ho smontate e svuotate in una provetta, misurando tra i 5 e i 9ml rimanenti.
Senza contare i cicli di pulizia siamo attorno agli 1.8-2€ per foto A4. con un giro di cartuccie (per un album) ho fatto circa poco meno delle 192 foto totali (ma ho passato più di un chroma optimiser). Se non ci fossero i cicli di pulizia sarebbe un costo un po' elevato ma accettabile
Il consumo in termini di ml/pagina è molto elevato rispetto ad altre stampanti.

Affidabilità:
La testina puo' bruciarsi (apparentemente per surriscaldamento) durante un ciclo di pulizia senza particolari ragioni o preavviso.
Il problema non è raro, diversi se ne lagnano in rete.
A me è successo dopo 7 anni e circa 1200 stampe. Non tanto: sulla epson pro 5000 ho stampato per 17 anni ed era perfettamente funzionante quando dismessa. E stampavo anche per lavoro all'epoca.
La sostituzione in centro assistenza canon richiede un kit di inchiostri intero (consumato al 70%) e, considerando questo, costa il 90% di una stampante nuova.
La testina di stampa si trova a circa 150€ spedizione e tasse incluse, a cui bisogna aggiungere 340€ di inchiostro. troppi per una stampante che non ho mai apprezzato molto.
Quando mi è saltata l'avevo usata pochi giorni prima. Il problema è comune (cercando sui forum) anche alla pro1000.
Ho avuto diversi problemi di cartuccie segnalate come finite ma non ancora vuote.
Il caricamento carta spesso criticato nelle recensioni l'ho trovato preciso, non mi ha dato particolari problemi.
Ho avuto più di una cartuccia mal riconosciuta (togliere, pulire i contatti e rimettere).
Per il resto non ho avuto mai ugelli tappati (sta in cantina dove non fa mai più di 21-22 gradi).

L'ho sempre usata con cartuccie originali.

Velocità di stampa:
non mi è mai interessato stampare velocemente. ci mette poco più di 15 minuti per un A3+

Connettività:
L'ethernet funziona bene, anche se non avento un display è difficile capire quando non trova l'indirizzo ip.

Conclusioni:
Una stampante che consiglio a chi usa principalmente carta opaca, che stampa poche foto in formato piccolo ma tutte le settimane.
Se volete stampare in bn, megio avere uno spettrofotometro perché i profili dati da canon/ilford/hahnemühle tendono decisamente al freddo.
Adesso l'ho rimpiazzata con una Epson L1800, addio pigmenti e bentornati inchiostri. Come qualità di stampa su carta ilford smooth high glossy è molto ma molto meglio. Come costi per pagina (a livello di inchiostro) siamo a un quinto dalle prime stime. Penso che in futuro la utilizzero' con l'inchiostro della d700.

avatarsenior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 14:31

L'effetto bronzing (mi pare si chiami così...) è noto con inchiostri a pigmenti e carte lucide: il chroma optimizer serve proprio a mitigarne l'effetto ma il risultato finale dipende anche dalla superficie delle carte utilizzate.
Detto questo se i tuoi preferiti sono i supporti lucidi, senza offesa, hai sbagliato proprio acquisto in partenza.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 195000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





15 Luglio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me